Ortesi Plantare nel Bambino

Il piede piatto nei bambini è una caratteristica sempre più comune, ma non per questo deve essere lasciata a se stessa, perché le conseguenze potrebbero emergere negli anni della maturità fisica.

In questo caso la prevenzione precoce risulta essere la migliore scelta terapeutica.

Il piede piatto è una problematica multifattoriale, e va da una semplice disfunzione ad una più importante patologia.

In entrambi i casi il piede è sprovvisto della volta plantare mediale, comunemente detta curvatura interna che, quindi non permette la corretta distribuzione del peso sul piede e il regolare movimento del corpo in deambulazione.

Conosciuta anche come Sindrome Pronatoria, con valgismo del retro piede, può comportare enorme fatica nel camminare, goffi movimenti per stabilizzarsi, e in fase di corsa facili cadute.

A lungo andare le conseguenze dell’appoggio, che caratterizzano il piede piatto, si possono ripercuotere sulla colonna vertebrale.

Nella maggior parte dei casi può portare:

  • dolore ai piedi
  • alle caviglie
  • alle ginocchia

Sviluppando successivamente patologie come:

  • fascite plantare
  • alluce valgo
  • artrosi di caviglia
  • artrosi di ginocchio
  • oltre a pesanti e dolorosi problemi posturali, come Scoliosi, Ipercifosi etc…

I bambini possono essere sottoposti a valutazione dell’appoggio e della deambulazione dai 6 anni in su, tenendo conto che dagli 8 ai 12 anni il piede cercherà di stabilizzarsi autonomamente, con i suoi pro e contro.

La Terapia Ortesica Personale, realizzata su misura dal Podologo, dopo attenta valutazione clinica e baropodometrica, è un importante mezzo per stabilizzare l’appoggio del piede piatto valgo.

Permette al bambino di:

  • Ripristinare il giusto equilibrio in statica e dinamica
  • Ridistribuire in maniera idonea il peso del corpo sui piedi
  • Far lavorare i distretti articolari coinvolti in maniera fisiologica

Molto spesso è opportuno associare una terapia multidisciplinare per la stimolazione propriocettiva del piede e degli arti inferiori .

Il piede piatto non deve essere considerato un disagio estetico, ma una problematica che, silenziosamente, sta compromettendo anche l’efficacia del lavoro di altri distretti del corpo, lontani dal piede, condizionando negativamente la qualità della vita.

Leggi anche

Per qualsiasi informazione non esitare a contattarmi. Sarò a disposizione per qualsiasi tipo di chiarimento e per valutare con te la soluzione giusta per le tue esigenze.

Contattami

2 + 3 = ?

Avvia Chat
Contattami
Ciao,
Come posso aiutarti?